Comune di Rimini - Piano Strutturale Comunale

Logo stampa
Direzione Pianificazione e Gestione Territoriale
 
 

In Primo Piano

  • 25 - 08 - 2016 - Catasto dei geositi, grotte, cavità artificiali e aree carsiche

    Si comunica che è stato approvato, con Delibara di G.R. n. 1302 del 01/08/2016, il “Catasto dei geositi di importante rilevanza scientifica, paesaggistica e culturale” e il “Catasto delle grotte, delle cavità artificiali e delle aree carsiche” ai sensi della L.R. n. 9/2006 “Norme per la conservazione e valorizzazione della geodiversità dell’Emilia Romagna e delle attività ad essa collegate”.

    Tutta la documentazione utile alla conoscenza e alla fruizione dei geositi ricompresi negli elenchi dei due catasti è disponibile online al seguente link: http://ambiente.regione.emilia-romagna.it/geologia/notizie/primo-piano/approvati-i-catasti-dei-geositi-e-delle-grotte-dell2019emilia-romagna.

     
  • 27 - 07 - 2016 - Progetto di Piano Stralcio di Bacino per l'Assetto Idrogeologico (P.A.I.) - Adozione Variante 2016

    Si comunica che è stato adottato “Progetto di variante 2016 di Piano Stralcio di Bacino per Assetto Idrogeologico di Bacino dei fiumi Marecchia e Conca PAI” con delibera del Comitato Istituzionale Autorità di Bacino n. 1 del 27/4/2016 pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale n. 159 del 9/7/2016 e sul BURER n. 192 del 29/6/2016 consultabile al seguente link: http://ambiente.regione.emilia-romagna.it/suolo-bacino/sezioni/pianificazione/autorita-bacino-marecchia-conca/progetto-pai-variante-2016-p

    Dalla data di adozione del Progetto di Variante PAI 2016, fino alla data di approvazione del detto Piano, si applicano le misure di salvaguardia ai sensi dell’art. 17 comma 6 bis della L. 183/1989 alle disposizioni indicate dal Piano come “Prescrizioni”. Costituisce inoltre misura di salvaguardia quanto specificato dall’art. 21 comma 2, per le aree alluvionabili dell’Ambito territoriale del Reticolo di bonifica tav. 5.1, 5.2 e 5.3 relativamente alle aree soggette ad alluvioni frequenti (elevata probabilità-P3).

    L’esecutività delle suddette “Prescrizioni”, quali misure di salvaguardia decorre dal 29/6/2016 e potranno determinare limitazioni all’attività edilizia diretta prevista dalla strumentazione urbanistica vigente.

     
 

Presentazione PSC

  • Introduzione al piano Introduzione ai nuovi strumenti urbanistici

    La legge regionale 20 del 2000 ha sostituito il vecchio Piano Regolatore Generale (PRG) con uno strumento urbanistico tripartito (Piano Strutturale Comunale (PSC), Regolamento Urbanistico Edilizio (RUE) e Piano Operativo Comunale (POC)).
    Il precedente PRG era immediatamente prescrittivo e le previsioni pubbliche andavano realizzate entro cinque anni mediante esproprio, diversamente si incorreva nella decadenza dei vincoli.

     
  • Le ragioni del piano Descrizione delle ragioni

    La programmazione del futuro della nostra città ruota attorno a due innovativi strumenti. Il primo è il Piano Strategico, un articolato processo che ha il compito di definire, in modo condiviso e partecipato, la visione e le linee dello sviluppo, indicando le azioni da intraprendere nel breve, medio e lungo periodo per rendere la città e il territorio riminese sempre più competitivi e attraenti nel contesto regionale, nazionale e internazionale.

     
  • Sistema interattivo Descrizione delle priorità

    Con deliberazione di Consiglio Comunale n. 55 del 03/05/2007 è stato approvato l'"Atto di indirizzo per la redazione del nuovo strumento urbanistico (Piano Strutturale Comunale) introdotto con la legge regionale n. 20/2000", dal quale emerge che la risoluzione di quelle che sono le questioni principali, strettamente legate alla crescita in termini qualitativi della città e delle condizioni di vita complessiva, dovranno essere affrontate andando ad intervenire prioritariamente sulle seguenti tematiche: